Fluendo Fluendo

Suite 2020 ancora un successo per Fluendo

/by

Grande successo per Suite 2020, il progetto di comunicazione ideato da Fluendo in occasione del 70^ Festival della canzone italiana: un fuori Festival alternativo che ha capitalizzato la concertazione di media, celebrities, rappresentanti delle Istituzioni.

Suite 2020 è stata così la cornice per parlare di moda e filiera del pellame con il Sottosegretario Mise On. Alessia Morani e UNIC; prevenzione e cura delle malattie infettive con Fast Track Cities e il Viceministro della Salute On. Pierpaolo Sileri; nuove piattaforme social con Università telematica Pegaso; beauty e stile con Naj Oleari; glamour e gossip con Maurizio Sorge. Madrina di Suite2020: Elisabetta Gregoraci.

Appuntamento al prossimo anno!

NEWS, NEWS-HOME

Grande successo per Giornata Nazionale Veicolo d’Epoca ASI

/by

Dalla Isotta Fraschini 8 appartenuta a Rodolfo Valentino all’Alfa Romeo 6C 2500 S Cabriolet Pinin Farina del 1945, centinaia di veicoli storici hanno animato in tutta Italia la Giornata Nazionale del Veicolo d’Epoca, iniziativa promossa dall’Automotoclub Storico Italiano (ASI) per accendere i riflettori su un mondo che esprime valori positivi, un mondo che è patrimonio culturale, turistico ed economico. Durante l’evento Historic Day di Vicenza, la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha ricevuto il Premio ASI per il Motorismo Storico.

Inoltre, la commissione storia e musei dell’ASI ha realizzato l’evento contemporaneo ASI Musei Show che ha permesso agli appassionati di visitare oltre 100 importanti musei e collezioni su tutto il territorio nazionale.

NEWS, NEWS-HOME

La famiglia Fluendo cresce con Emmepi Strategie. CIAK, si crea!

/by

Come sempre il motore di tutte le cose nasce da una emozione, da un momento magico in cui l’incontro e il dialogo producono qualcosa di più, evidenziando che l’unione è una forza da poter esprimere a piena potenzialità e sapere.

Emmepi Strategie non è una azienda come le altre perché Maria Paola Piccin è una fuoriclasse, uno di quei centrocampisti che cambiano le sorti di un campionato. Una visionaria, secchiona, precisa, ammaliante ed entusiasta contagia con i suoi racconti che spaziano tra i set del grande cinema italiano fino alle sue attività di volontariato verso il mondo dei cani di strada. Adotta spazi nella città di Roma che sogna  di trasformare in aree dove trascorrere ore liete insieme ai suoi amici a quattro zampe, ma solo dopo le sue fittissime ore di lavoro, perché a quello (pur potendoselo permettere) non sa rinunciare.

Le sue più strette collaboratrici neanche in questa nuova impresa sono riuscite a dirle di no, per cui Valentina, Rosanna e Laura hanno fatto i bagagli e dall’alto dei Parioli sono scese nella sede di Fluendo in via Boncompagni con il sorriso di chi non ha paura a preparare un altro importante goal.

Emmepi Strategie nasce a Milano nel 2000 come agenzia di PR e Media Relations specializzata nel mondo del cinema e della cultura.  Festival e Premi cinematograficiTalent HandlingSocial ResponsibilityEventi aziendali, RoadshowBranded ContentFund Raising, è tutto quello che hanno stipato nelle loro valigie ricordandoci che il mondo dell’entertainment e del lifestyle – dalle anteprime cinematografiche ai festival e premi più prestigiosi, dal Talent Handling ai progetti di sostenibilità, alle Media Relations –  costituiscono l’area d’intervento per eccellenza, il segno distintivo di un progetto firmato Emmepi Strategie.

Non è stato facile poter arrivare a questo accordo, perché un trasloco ha sempre una parte nostalgica, perché chiudere una casa fa pensare agli anni vissuti lì, fa affrontare bilanci, fa paura.

Maria Paola però come ogni fuoriclasse è stata generosa verso il tanto che ha creato in questi 19 anni, ha deciso di dargli una vita anche oltre le sue iniziali impresse nel suo logo e in Fluendo ha trovato il luogo dove poter portare bagagli e amici. Gliene siamo grati oltre che profondamente orgogliosi!

NEWS, NEWS-HOME

Un centro d’ascolto. Lo spazio MIO nella azienda NOSTRA.

/by

Fluendo nella sua complessità è ormai una piccola cellula che coinvolge più di 50 professionisti nella sua splendida sede romana di via Boncompagni. Spesso le giornate frenetiche di lavoro non lasciano spazio al salutare “cazzeggio” come avveniva negli anni passati quando si lavorava in 4 poi in 9 poi in 15… In Fluendo e’ passato il calcio balilla, un tavolo da ping pong, la pizza per merenda! Oggi tutto questo è di più difficile gestione per cui abbiamo team building molto più strutturati, ma pur sempre divertenti e gratificanti. Siamo tanti, talvolta troppi, e interagenti per riuscire a trovare lo spazio dell’IO per cui in genere siamo, all’interno dell’azienda, sempre NOI.
Da qui l’idea per riequilibrare possibili disallineamenti nella maniera più semplice, più economica e più efficace: uno psicologo per fornire ai dipendenti supporto nel coltivare il proprio benessere individuale. Ciò si traduce in soddisfazione lavorativa per il singolo, ma anche in benessere per l’intera organizzazione.

Da un buon IO deriva un miglior NOI. Non soltanto un IO nelle relazioni e un IO interpersonale, ma un IO personale, intimo, che ha bisogno di un suo spazio per poi dare il meglio di sé nel contesto aziendale. La soddisfazione lavorativa del singolo è una buona base di partenza per comprenderne i comportamenti e in che modo sono correlati alla performance ma soprattutto al benessere dell’individuo.
Lo psicologo in azienda supporta i dipendenti nell’affrontare le difficoltà e funge da “filtro” con i vertici aziendali, con l’obiettivo di rendere l’ambiente-lavoro un contesto sicuro e di scambio proficuo.
Vien da sé che il vantaggio non è soltanto del singolo individuo e del suo equilibrio psicofisico.
Tra le voci di income in un business plane di rispetto, secondo Fluendo, deve esserci la felicità individuale perché forse, se la felicità inizia ad essere un trend possiamo sperare che il lavoro diventi per molti un posto felice.
Per noi lo e’ e da oggi lo e’ di più: e’ nato il centro d’ascolto Fluendo.

NEWS, NEWS-HOME

Donare per sentirsi meglio

/by

Per scacciare il cattivo umore basta non concentrarci su noi stessi e provare piuttosto a fare qualcosa per gli altri. Lo affermano gli psicologi della Iowa State University, che attraverso uno studio hanno scoperto come, per risollevare l’umore, bastano 12 minuti al giorno di gentilezza.

I ricercatori hanno chiesto a 496 studenti di fare una passeggiata di 12 minuti tra i corridoi e i viali dell’università. Prima della camminata, i ragazzi erano stati suddivisi in gruppi. Al primo è stato chiesto di concentrarsi su pensieri gentili e amorevoli nei confronti delle persone che incontravano, al secondo di pensare a cosa potevano condividere con queste come ad esempio sentimenti e paure, mentre al terzo gruppo di confrontarsi, pensare cioè al modo in cui potevano essere o ritenersi migliori. Il quarto gruppo era quello di controllo.

Dal confronto di ciascun gruppo con quello di controllo, i ricercatori hanno osservato come coloro che hanno avuto pensieri gentili e amorevoli verso gli altri si sono sentiti anche più felici, soddisfatti, empatici e meno ansiosi. Il meccanismo di gentilezza e premura verso gli altri, quello che migliora il nostro benessere emotivo e fisico, è fortemente connesso anche a quello del dono. Secondo diversi studi e ricerche scientifiche, donare e fare qualcosa per le persone che amiamo o, ancor meglio, per la comunità, non solo rafforza i nostri legami sociali e interpersonali, ma ci aiuta a prenderci cura degli altri, rendendoci più gentili e più sereni. Il dono non tanto inteso come l’oggetto stesso che regaliamo, ma come un’azione di apertura verso l’altro, è un atto spontaneo che migliora noi stessi e il nostro benessere psicofisico.

NEWS, NEWS-HOME

❝La musica che cura l’anima. Molto più che un concerto❞

/by

Incredibile l’emozione che si vive nel partecipare al concerto di solidarietà di Elizabeth Sombart, fondatrice della Fondazione Résonnance Italia, l’organizzazione che regala da oltre 20 anni concerti presso ospedali, case di risposo, istituti per persone disabili, campi profughi e istituti penitenziari.

Elizabeth Sombart, pianista francese di fama mondiale, è autrice dell’opera “Pedagogia Résonnance: fenomenologia del suono e del gesto” da cui ha origine l’omonimo metodo.

Il metodo Résonnance considera la musica una relazione giusta, una verità che ciascuno può riconoscere dentro di sé e che ci rivela il “maestro interiore” presente in ciascuno di noi; un maestro che rivendica una verità che tutti riconosciamo e che ci unisce al di là di qualsiasi condizione.

La musica crea uno spazio inviolabile, dove tutti gli uomini si possono incontrare. Tutto questo diventa un’esperienza di condivisione, di terapia, di bellezza.

NEWS, NEWS-HOME

Le belle storie non temono haters

/by

Nel nostro lavoro, fatto di racconti, immagini ed ispirazioni, sappiamo che ci sono storie talmente grandi e potenti che nulla può scalfirle, che anzi diventano più grandi ogni volta che si tenta di intaccarle. Sono le storie sulle quali non esiste possibilità di contraddittorio. Quelle che vincono a tavolino perché sono belle, vere e accadute accanto a noi, nel nostro Paese.
Una di queste è certamente quella di Teresa Bellanova, neo Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali del secondo Governo Conte: una bambina italiana che trasforma l’umiliazione del caporalato nell’esperienza, da adulta, di Ministro dell’Agricoltura.

Una storia perfetta, una favola contemporanea.
Ma si sa … essere un personaggio pubblico e politico oggi significa anche darsi in pasto a chi per passatempo o per lavoro elabora argomentazioni per denigrare e attaccare. Così, tanto per. Ed eccolo, immancabile, lo storm di tweet che colpisce il neo Ministro per l’abbigliamento e per il livello scolastico.

I social network hanno reso tutti grandi tuttologi, nel migliore dei casi, e abili haters nei peggiori. In questo caso abbiamo inizialmente assistito alla diffusione di contenuti grotteschi che sono stati poi rapidamente contrastati da severe prese di posizione giunte a difesa del Ministro in modo trasversale e compatto. Tiriamo un sospiro di sollievo quando questo accade, perché in maniera spontanea i social ristabiliscono un ordine ed un equilibrio. Il peggio si mette a tacere. Perché di fronte ad una grande storia, semplicemente, si riflette e si impara.

Buon lavoro Ministro!

NEWS, NEWS-HOME

La comunicazione di ASI entra in Fluendo

/by

Automotoclub Storico Italiano è il prestigioso brand che affida la propria comunicazione a Fluendo. L’entusiasmo nel seguire un’associazione così prestigiosa nasce dal sapore retro’ che le auto storiche sanno conferire nel loro elegante incedere. Odore di storia, ricerca, passione, lusso per raccontare un valore eterno che fa di un mezzo di trasporto, un’auto storica.

L’ASI fin dal 1966 certifica questa passione attraverso un documento di identità che segna la differenza tra un’auto vecchia e un’auto storica.

I raduni sono vere e proprie mostre di opere d’arte a cielo aperto, in luoghi suggestivi del nostro territorio nazionale dove arte, cultura, enogastronomia si fondono in un’atmosfera senza tempo.

Fluendo racconterà ogni cosa di questo mondo passando nei rivoli della moda, del glamour, senza mai dimenticare la tecnica, i garage, i meccanici e gli operai del settore con i loro antichi saperi, nella convinzione che l’eccellenza fa sempre notizia e dura nel tempo.

NEWS, NEWS-HOME

Elezioni europee 2019

/by

Il risultato delle elezioni europee rappresenta un manuale di sociologia in piccolo. I dati ormai sono conosciuti ed evidenti a tutti: un italiano su tre vota Lega, i 5Stelle quasi dimezzano i voti delle Politiche (passando dal 32 al 17%), il Pd diventa secondo partito, Forza Italia scende sotto il 10%, cresce bene Fratelli d’Italia, il pericolo del fascismo nel nostro Paese esiste solo nella testa di chi pensa ancora di condizionare il voto dei cittadini agitando simili spettri (Forza Nuova e Casapound insieme non raggiungono neanche lo 0,5%). 

Ma cosa ci dicono questi risultati? Innanzitutto che il popolo non è poi così bue, decide autonomamente, si fa beffe di un’élite molto snob, minoritaria e totalmente scollata dal polso del Paese reale, che da un anno cerca di indottrinare tutti, spiegando chi dovrebbe rappresentare il male assoluto e chi invece incarna la figura del bene supremo. Pochi, che vorrebbero condizionare la volontà di molti. Hanno agito cosi con Berlusconi fin dal 1994, e tutti sappiamo com’è andata, ora lo fanno con Salvini, e il risultato ottenuto dalla Lega conferma quanto sia illusorio e fallimentare questo metodo.

Può piacere o meno, può essere giusto o sbagliato, ma esiste una cesura evidente tra chi vive completamente scollegato dalla realtà e dalla pancia del Paese, chi dal comodo del proprio divano di casa spara giudizi sprezzanti, senza andare nelle piazze, nelle periferie, nei mercati, nelle città più disagiate, chi pensa con aria di superiorità di poter indirizzare ed educare gli italiani, e chi invece “sente”, intercetta e interpreta il reale stato d’animo dei cittadini.

Vince le elezioni chi percepisce il Paese, anche quello più profondo. Perde le elezioni chi considera il popolo, gli elettori, come una massa governabile, da guidare e ammaestrare, chi pensa che gli italiani siano gonzi che credono acriticamente a ogni promessa e presa in giro, che non abbiano la capacità di distinguere fra la serietà e l’inadeguatezza e il pressapochismo dei venditori di fumo anche un po’ superficiali.

Bisogna dare alle cose il loro nome, non nascondersi dietro alibi e paraventi, altrimenti nessuno, se lo vorrà, sarà in grado di cambiare lo stato delle cose. La Lega al 34% deve portare tutti gli altri partiti non usare ogni stilla di energia per demonizzare l’avversario, ma a riflettere, capire e – se sono in grado – cercare di lavorare per ritrovare (se mai l’hanno davvero fatto) la capacità di “sentire”, comprendere e sostenere i cittadini. Devono essere in grado di farsi percepire vicini e non lontani. Solo se saranno in grado di farlo, potranno quindi permettersi di creare le premesse per guidarli.

Un piccolo capitolo a parte merita il Pd, che faticosamente sta risalendo la china, forse anche per aver eliminato la pregiudiziale-Renzi. Il sorpasso nei confronti dei 5Stelle dimostra che molti dei voti precedentemente persi erano andati a finire proprio nella cassaforte grillina (che si è dimostrata facilmente scassinabile). Ma anche che di fronte a un ritorno delle tradizioni di sinistra, non per forza maggioritarie, ma almeno identitarie, un parte di popolo ritrova fiducia e voglia di appartenenza.

In ultimo, non si possono non far domande sull’abilità di comunicazione. Salvini ha dimostrato di essere parecchie spanne avanti agli altri. Probabilmente con cinismo, ma anche con straordinaria efficienza, ha saputo tradurre la sua attitudine nel capire gli italiani nella capacità di andare dritto alla loro pancia con parole e slogan che hanno fatto breccia. Ha vinto non solo la partita delle elezioni, ma anche quella della comunicazione. Gli altri partiti dovranno riorganizzarsi, rivedere le tecniche, avere l’umiltà di comprendere quanto sia cambiato il mondo della propaganda. Se saranno in grado di comprendere tutto questo, se avranno la necessaria serietà, se invece di crearsi alibi e insistere sempre e solo sulla rappresentazione del Salvini di turno come Belzebù lavoreranno per individuare gli errori e correggerli, allora potranno risalire la china. Altrimenti non solo continueranno a leccarsi le ferite, ma non riusciranno mai a frenare l’espansione della Lega.

NEWS

La Clinica Athena cambia con Fluendo.

/by

Immagine rinnovata per la Clinica Athena, eccellenza medica che da oltre 60 anni opera a Piedimonte Matese (CE). Fluendo valorizza con una nuova corporate identity il cambiamento della struttura, dotata di un nuovo poliambulatorio per un’offerta più completa di cura e prevenzione. Il progetto, infatti, ha visto la costruzione di una brand architecture e un restyling totale: immagine coordinata completamente rinnovata per tutti i materiali di comunicazione, dal logo alla segnaletica interna, e nuovo sito online migliorato nella navigazione e nel design, più fruibile nel linguaggio e ottimizzato per i dispositivi mobile. Tutto per rispondere alle esigenze del cliente: avvicinare di più i pazienti alla struttura trasferendo qualità e professionalità, per far sentire le persone al centro dell’eccellenza della Clinica Athena, proprio come indica il nuovo payoff realizzato da Fluendo.

Senza categoria, NEWS, NEWS-HOME